10 nov 2013

L'eccezione della domenica: Philips.

Che io mi svegli di domenica mattina alle otto è una tremenda eccezione, ma stamattina mia figlia non aveva voglia di fare il ghiro come il suo solito; che io poi abbia deciso di stirare, alle otto di domenica mattina ripeto, è solo perché ero curiosa di provare il ferro Philips PerfectCare Expert che mi è stato recapitato settimana scorsa. Non so se questa sia una buona recensione come al solito pubblico di getto, essendomi poi alzata alle otto non garantisco proprio nulla.

Quando è arrivato, a parte l'emozione di ricevere un pacco, mi aveva già colpito. Non credo nell'amore a prima vista con un elettrodomestico, eppure una volta scartato ho capito che potevano andare parecchio d'accordo. Il mio (ormai vecchio) ferro con caldaia infatti, pesa almeno il doppio e già il fatto che questo pesi la metà è stato da subito un punto a suo favore.
Ho caricato il serbatoio e visto che di solito dovevo aspettare un secolo affinché fosse pronto per stirare, ho messo su un altro caffè. 
Ma nel giro di un minuto (due?!) era già pronto, il traditore. 
Avevo tirato fuori un po' di capi diversi, raccontano che questo ferro sia pure intelligente e sappia cosa fare in base alla stoffa, dunque essendo io una sarcastica canaglia, l'ho dovuto mettere immediatamente in difficoltà. Niente. È passato dalla lana al cotone e dal raso al velluto senza fare una piega, è proprio il caso di dirlo.

Bevendo il caffè poi, mi sono messa a studiarlo un po'. In effetti sono piuttosto stupita da come funzioni bene, non per il marchio Philips, siamo degli affezionati mai delusi, ma per il fatto che sembri finto.
Leggerissimo, serbatoio davvero capiente (vince anche sulla quantità in confronto al vecchietto professionale che finirà in cantina), una tecnologia che sembra magia, cavi che hanno l'alloggiamento quando lo riponi, vapore potentissimo, sistema anticalcare incorporato (che per una come me che ha sempre usato acqua del rubinetto e decalcificante in gocce significa un ulteriore risparmio), si scalda subito e si ripone in un amen.
Sembra pure che io ci abbia messo meno del solito... Dunque, o mi hanno fatto un complicato incantesimo, o sono davvero soddisfatta.

Buona domenica!
Franci


Ps. per i geni di Philips: è possibile inventare un sistema che riponga in cassetti ed armadi tutto ciò che si è stirato o è chiedere troppo? 

3 commenti:

  1. Ahahaha!!! Anche io, quando ho finito di stirare la mole di panni, ho pensato la stessa cosa!!! Servirebbe un "perfect care" del riordino! ;)

    RispondiElimina
  2. Siamo già in due, aspettiamo altra gente e poi partiamo con le richieste in via ufficiale a Philips :D

    RispondiElimina
  3. mio marito mi guarda attonito mentre stiro con questo magico nuovo ferro (di solito stira lui e io mi giro dall'altra parte...). è una vera rivoluzione!

    RispondiElimina